Gestori luce

Non è mai facile trovare i migliori gestori luce anche se internet consente a chiunque, anche agli utenti meno tecnologici, di visualizzare rapidamente tutte le informazioni utili sui fornitori. Innanzitutto bisogna chiarire che i gestori luce si suddividono tra quelli del mercato libero e quelli del mercato tutelato. Le cose però cambieranno presto in quanto nel 2022 il mercato a maggior tutela andrà a cessare in modo definitivo. Questo significa in sostanza che gli utenti saranno obbligati a trovarsi un nuovo fornitore nel mercato libero. I gestori luce del mercato libero sono veramente tantissimi e questa è una buona notizia in quanto la loro libera concorrenza ha fatto inevitabilmente abbassare i prezzi a tutto vantaggio degli utenti finali. Ci sono offerte per tutte le esigenze e si potrà anche utilizzare dei comparatori gratuiti sul web per comparare in tempo reale le diverse offerte luce e selezionare solo quelle che più si allineano con le proprie specifiche esigenze. I gestori luce comunque hanno tutti siti web ufficiali nei quali è possibile studiare con attenzione le offerte e le condizioni proposte così da abbattere in modo significativo il rischio di brutte sorprese. Come già detto comunque per aiutare gli utenti a scegliere tra i diversi gestori luce, e ce ne sono veramente tantissimi, esistono degli strumenti web di comparazione tariffe. L’importante però è affidarsi ove possibile solo a fonti e informazioni autorevoli come quelle dell’Arera (Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico). Il consiglio è quello di affidarsi a uno strumento come Chetariffa.it che, oltre a essere completamente gratuito, è studiato proprio per essere di facile utilizzo.

Bisognerà compilare un form con i propri dati e con i dati della propria fornitura così da sveltire la comparazione delle offerte e trovare esattamente quello che si sta cercando. Inoltre passare al mercato libero sarà sempre completamente gratuito per l’utente e non ci sarà nemmeno bisogno di apportare modifiche all’impianto o al contatore. E dopo il passaggio al mercato libero questa non sarà una scelta definitiva in quanto fino al 2022 si potrà tornare al servizio di maggior tutela esercitando il diritto di recesso e annullando il contratto senza penali nei primi 14 giorni dopo la sottoscrizione del contratto. Tra i gestori luce non è semplice trovare il più conveniente in quanto può variare anche a seconda del consumo elettrico del cliente e delle esigenze personali oltre dai servizi aggiuntivi desiderati e alle modalità di pagamento. Nel mercato libero inoltre ci sono gestori luce che offrono tariffe a prezzo bloccato per 12 o 24 mesi e che consentono un buon risparmio e altri che si caratterizzano per la buona efficienza del servizio clienti e per la trasparenza delle offerte proposte. Insomma, non è mai stato facile come oggi riuscire a individuare le offerte luce più in linea con le proprie specifiche esigenze, basterà avere a disposizione un cellulare o un qualsiasi dispositivo con la possibilità di andare su internet per visualizzare le offerte in tempo reale e scegliere quelle più adatte.